Basilica delle Vigne
Basilica delle Vigne - Santuario
- Storia
- Arte
- Albo d'Oro
- Collegiata
- Santuario
- Parrocchia
- Cappella Musicale
- Chiostro medievale
- Campanile millenario
- Mostra permanente
- Nascita dello Scoutismo
- Come arrivare
- Info
SANTUARIO

Altare.jpg Questa Basilica è “Prima Aedes Januae Deiparae dicata”: il primo Santuario mariano della città di Genova; vanta, infatti, un culto alla Vergine Maria che sfiora i 1500 anni: testimonianza concreta di una venerazione singolare, che non è mai venuta meno nei fedeli durante questo volgere di secoli e che ha coinvolto sullo stesso piano famiglie della primaria nobiltà e della genuina popolazione, tutte accomunate da autentici sentimenti di fede che le facevano accorrere in massa alle più solenni celebrazioni.
Anche il Doge e le alte cariche della Repubblica, a partire dal XVII secolo, instaurarono la consuetudine di recarsi in pellegrinaggio a questo Santuario per rendere omaggio alla Madonna nel giorno della sua festa principale, atto che fu reso obbligatorio con decreto dogale del 1632: va infatti osservato a questo riguardo che S. Maria delle Vigne superava già allora in assoluto tutte le altre chiese del centro cittadino, in cui si venerava la Madre di Dio.
Tanta devozione, espressa dalle memorie storiche o rimasta nascosta nei cuori, condusse, in tempi differenti, in quel tempio parecchie anime elette che dall’intimo colloquio con Maria trassero spunti ed incoraggiamenti verso la realizzazione di componenti importanti per la storia della Chiesa.
Non sarà perciò inopportuno ricordarne almeno alcune tra le più note:
S. Caterina Fieschi Adorno (1447-1540), eroina della carità; il Servo di Dio Ettore Vernazza (1470-1524), l’apostolo degli incurabili; la B. Maria Vittoria De Fornari Strata (1562-1617), fondatrice delle Monache della SS. Annunziata ed Incarnazione (dette “Turchine”), S. Virginia Centurione Bracelli (1587-1651), fondatrice delle Suore Figlie di N.S. in Monte Calvario (dette “Brignoline), S. Francesco M. da Caporosso (1804-1866), Cappuccino, detto “il Padre Santo”; S. Luigi Orione (1872-1940), fondatore della Piccola Opera della Divina Provvidenza e delle Piccole Suore Missionarie della Carità.
MadonnaVigne.jpg Come non ricordare, poi, che all’ombra di questa chiesa sviluppò la vocazione al sacerdozio, prima tappa di un cammino che lo condurrà al vertice della Chiesa cattolica, il giovane patrizio Giacomo Della Chiesa (1854-1922), che sarà poi Papa Benedetto XV e che in quel contesto visse i primi 21 anni della sua vita, portando sempre nel cuore un singolare affetto per la sua Parrocchia.
La devozione di tante anime grandi che ci hanno preceduto, lungi da essere un puro e semplice ricordo storico, è uno stimolo per noi cristiani del XXI secolo a mantenere vivo l’amore per la Madre di Dio nel nostro cammino quotidiano.
La Basilica celebra tutt’oggi con grande solennità la Festa del 21 novembre, preceduta da una partecipata Novena, vive la devozione del primo sabato del mese dedicato a Maria, anima la recita del S. Rosario il terzo sabato del mese, dopo l’ufficiatura corale.

Basilica delle Vigne, Genova - © 2017- W3C XHTML CSS compliant by pulsante - design paroledavendere - top